Sito ufficiale del comune di Tramatza

Via Tripoli, 2  - 09070  Tramatza (OR)
TEL 0783.508001 - FAX 0783.508030 -  P.IVA 00072010952
PEC protocollo@pec.comune.tramatza.or.it - MAIL protocollo@comune.tramatza.or.it

Ufficio Contabile

Il responsabile del Servizio Finanziario verifica la veridicità delle previsioni di entrata e della compatibilità delle previsioni di spesa e predispone i documenti di bilancio, assicurando l'equilibrio nel breve e medio periodo.

Cos'è il bilancio di previsione?

E' la programmazione delle spese che si intende sostenere nei limiti delle entrate previste poiché il bilancio di un Comune deve essere approvato in pareggio finanziario.

Cosa significa fare il bilancio?

Significa fare tutti i conti senza dimenticare nulla, calcolando entrate ed uscite; è un lavoro lungo e complesso che nasce negli uffici della Ragioneria, necessita della partecipazione di tutti i Responsabili dei servizi, del coordinamento da parte della Giunta, ed infine, dell'esame del Consiglio Comunale.

Com'è la struttura del bilancio?

Il bilancio è composto da due parti: entrata e spesa. Le entrate sono articolate in 6 titoli che indicano la provenienza dei fondi.Le spese sono suddivise in 4 titoli che indicano i principali aggregati economici.

Come si gestisce il Bilancio?

In Comune nessuno può spendere una lira che non sia prevista in qualche intervento della spesa e nessuno può spendere una lira in più di quello che l'intervento specifico prevede. Questa struttura rigida porta in corso di gestione alla necessità di effettuare delle variazioni di bilancio: diminuire le spese previste in alcuni interventi per aumentarle in quello carente.

Le finalità di questo documento sono quelle di “rendere conto della gestione” e di fornire informazioni sulla situazione patrimoniale e finanziaria oltre che sull’andamento economico e sui flussi finanziari di un ente locale.

Vengono quindi fornite informazioni sulle fonti e sugli impieghi in termini finanziari e di cassa, oltre che sui costi dei servizi erogati, misurando l’efficienza e l’efficacia dell’azione amministrativa.

Controllo interno di gestione

Il servizio ha compiti di analisi e verifica dell'efficacia, efficienza e qualità dei servizi.

Il controllo di gestione, è divenuto obbligatorio per tutti gli Enti locali con le disposizioni di cui agli artt.196 ess del T.U.E.L. approvato con D. Lgs.267/2000.

L'attività del servizio è finalizzata all'attivazione dei meccanismi per la verifica oggettiva dei risultati dell'azione amministrativa ed il raggiungimento degli obiettivi fissati negli atti di programmazione degli organi politici.

Questa funzione si rende inoltre necessaria per la verifica dei risultati delle attività svolte dai titolari di posizione organizzativa ai fini dell'attribuzione della retribuzione di risultato.

L'ufficio ha la competenza in materia di:

  • Formazione piano esecutivo di gestione

  • Redazione bilancio di previsione

  • Redazione conto consuntivo

  • Contabilita' iva

  • Adempimenti fiscali

  • Emissione mandati di pagamento

  • Caricamento fatture

  • Controllo di gestione

  • Coordinamento attivita' finanziaria

  • Assunzione e Gestione dei Mutui per la realizzazione delle oper pubbliche

Il servizio svolge il coordinamento delle attività di pianificazione triennale e di programmazione annuale indispensabili per la predisposizione e l’aggiornamento del bilancio di previsione annuale e pluriennale.

Durante l’esercizio effettua il continuo e costante monitoraggio delle risorse economiche e finanziarie per poter conseguire gli obiettivi definiti dai programmi e dai bilanci ed evitare il prodursi di squilibri, presupposto indispensabile per il controllo di regolarità contabile degli atti amministrativi nonché per l’apposizione del visto di copertura finanziaria, previsto dal T.U.E.L., che li rende esecutivi. 

Certificazione crediti della pubblica amministrazione

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze, Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, ha comunicato, in data 18 ottobre 2012, l'entrata in funzione della piattaforma per la certificazione dei crediti, predisposta ai sensi del decreto ministeriale del 25 giugno 2012.

La piattaforma e' disponibile da oggi collegandosi all'indirizzo http://certificazionecrediti.mef.gov.it/CertificazioneCredito/home.xhtml.

Il Comune di Tramatza ha regolarmente provveduto ad abilitarsi sul sistema, pertanto i titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, scaturenti da contratti aventi ad oggetto somministrazioni, forniture ed appalti potranno, a loro volta, abilitarsi sulla piattaforma e presentare istanza di certificazione del credito, utilizzando il modello generato dal sistema.

Si ritiene necessario precisare le caratteristiche del credito certificabile.

Il credito e' da considerarsi certo solo qualora sia afferente ad una obbligazione giuridicamente perfezionata per la quale sia stato assunto il relativo impegno di spesa. Pertanto in assenza di contratto perfezionato e di impegno di spesa, regolarmente registrato sulle scritture contabili, il Comune non potra' certificare il credito.

Il requisito della liquidita', soddisfatto dalla quantificazione dell'esatto ammontare del credito, e' ugualmente da ricondursi agli elementi del titolo giuridico.

Quanto all'esigibilita', sta ad indicare l'assenza di fattori impeditivi del pagamento del credito, quali, a titolo puramente esemplificativo e non esaustivo, l'eccezione di inadempimento, l'esistenza di un termine o di una condizione sospensiva.